buonpernoi.it > Bella la salute
   
Buono a sapersi

Buono a Sapersi

Attenzione a quel che compriamo! Spesso con la borsa della spesa e i pacchi dello shopping portiamo nelle nostre case sostanze nocive che ci aggrediscono quotidianamente.

Altri Articoli buono a sapersi
l'abc del naturale - bella salute

La talassoterapia

TALASSOTERAPIAIl mare non è solo un luogo per svagarsi e divertirsi, ma può anche essere un alleato contro lo stress e le malattie. Impariamo a conoscere i benefici di questo elemento tanto familiare quanto sconosciuto attraverso i metodi della talassoterapia.

Compilation Cura verde


erbeCome combattere i mali di stagione? È possibile sentirsi sempre in forma? Il dottor Roberto Bianchi ha raccolto per noi semplici, ma efficaci rimedi naturali, per prevenire e curare i piccoli acciacchi stagionali Per ritrovare salute e benessere basta dedicare ogni giorno qualche minuto al proprio corpo, attenti alle sue esigenze, di mese in mese differenti.

Compilation da sott'in su


Dalla loro salute può venire il nostro benessere, riconoscendone il linguaggio possiamo interpretare e riequilibrare sul nascere il nostro disagio. Secondo la dottoressa Alessandra Atti c’e veramente tanto da raccontare e ancor di più da imparare sui nostri piedi. E tanto da leggere qui!

Tutto intorno alla salute

Medici e pazienti, un dialogo difficile

FarmaciLa ricerca di Altroconsumo condotta su oltre 2200 italiani e pubblicata in questi giorni conferma che nella medicina “occidentale” la relazione tra medico e paziente è spesso problematica. Il dialogo è insufficiente con ripercussioni sulle terapie.

Zoom - Bella Salute

Cosa nelle famiglie fa ammalare e guarire? Scopriamolo con le costellazioni familiari nel dossier:
AMORE E PSICHE

famigliaOgni famiglia è regolata da legami nascosti, segreti, i così detti “ordini dell’amore”. Scoprendoli e mettendoli in scena con una costellazione familiare, riusciremo a comprendere il nostro comportamento, un comportamento che spesso non ci appartiene: capita che inconsciamente e per amore si viva il destino di un altro membro della famiglia. Hellinger ci insegna, con una sorta di rappresentazione teatrale, a liberarci da questa dinamica che in alcuni casi può anche condurci alla malattia e addirittura alla morte.

un coro che conta

Il coro diretto da Lella Costa

Lella CostaUna Lella Costa particolarmente in forma ci racconta come ha scoperto di essere una consumatrice ecologicamente corretta.

Il cuore dei giocattoli

logo sicurezzaAnche i giocattoli hanno un cuore. Basta saperlo cercare e lasciar perdere le mode o le star della pubblicità. Sono i giocattoli di legno, di seconda mano così come quelli equi e solidali che alimentano la catena della solidarietà e dei diritti di chi li produce.

Proteggersi dalle scottature o dagli abbronzanti?

Estate, tempo d’abbronzature. Ma la scelta del solare nasconde troppe insidie. Tra gli ingredienti utilizzati, anche da note marche, finiscono talvolta sostanze nocive.

Già è complicato orientarsi tra fattore di protezione dai raggi UvA (causano l’invecchiamento della pelle) e dai raggi UvB (causano eritemi), tra water più o meno resistant. Ma non è tutto: d’ora in poi quando scegliamo un solare dobbiamo anche accertarci che tra le sostanze additive utilizzate non compaiano ingredienti tossici, come i cessori di formaldeide, sostanza classificata come cancerogena dal Circ, come il 4-MBC che provocherebbe danni alla tiroide. Si possono trovare fragranze, conservanti, emulsionanti non sempre innocui come i Peg.
Ma chi dovrebbe tutelare il consumatore sulla composizione dei solari?
DAL 2005 sono entrate in vigore nuove regole. Innanzitutto in etichetta deve essere riportata la presenza di sostanze allergizzanti. Se cioè nella produzione del solare viene utilizzata una delle 26 molecole considerate come potenzialmente causa di allergia è fatto obbligo (d.l. del 15 febbraio 2005) riportare in etichetta il suo nome. E sempre la stessa normativa impone l’indicazione del PAO, la durata del prodotto una volta aperta la confezione. Si sta poi cercando di far un po’ di chiarezza sui fattori di protezione, imponendo parametri uguali per tutti (oggi ci sono più sigle, l’Spf, l’Fps, il Fp) così che per il consumatore sia più facile orientarsi. Dal 2006 sono state introdotte 5 fasce di protezione: bassa, media, alta, molto alta, ultra.

2/7/2008

versione stampabile

Crediti
                Scarica i banner di buonpernoi.it    
Con il contributo della
Commissione europea
Direzione Generale Salute
e Tutela dei Consumatori
Progetto e redazione

Basato su piattaforma