buonpernoi.it > Bella la salute
   
Buono a sapersi

Buono a Sapersi

Attenzione a quel che compriamo! Spesso con la borsa della spesa e i pacchi dello shopping portiamo nelle nostre case sostanze nocive che ci aggrediscono quotidianamente.

Altri Articoli buono a sapersi
l'abc del naturale - bella salute

La talassoterapia

TALASSOTERAPIAIl mare non è solo un luogo per svagarsi e divertirsi, ma può anche essere un alleato contro lo stress e le malattie. Impariamo a conoscere i benefici di questo elemento tanto familiare quanto sconosciuto attraverso i metodi della talassoterapia.

Compilation Cura verde


erbeCome combattere i mali di stagione? È possibile sentirsi sempre in forma? Il dottor Roberto Bianchi ha raccolto per noi semplici, ma efficaci rimedi naturali, per prevenire e curare i piccoli acciacchi stagionali Per ritrovare salute e benessere basta dedicare ogni giorno qualche minuto al proprio corpo, attenti alle sue esigenze, di mese in mese differenti.

Compilation da sott'in su


Dalla loro salute può venire il nostro benessere, riconoscendone il linguaggio possiamo interpretare e riequilibrare sul nascere il nostro disagio. Secondo la dottoressa Alessandra Atti c’e veramente tanto da raccontare e ancor di più da imparare sui nostri piedi. E tanto da leggere qui!

Tutto intorno alla salute

Medici e pazienti, un dialogo difficile

FarmaciLa ricerca di Altroconsumo condotta su oltre 2200 italiani e pubblicata in questi giorni conferma che nella medicina “occidentale” la relazione tra medico e paziente è spesso problematica. Il dialogo è insufficiente con ripercussioni sulle terapie.

Zoom - Bella Salute

Cosa nelle famiglie fa ammalare e guarire? Scopriamolo con le costellazioni familiari nel dossier:
AMORE E PSICHE

famigliaOgni famiglia è regolata da legami nascosti, segreti, i così detti “ordini dell’amore”. Scoprendoli e mettendoli in scena con una costellazione familiare, riusciremo a comprendere il nostro comportamento, un comportamento che spesso non ci appartiene: capita che inconsciamente e per amore si viva il destino di un altro membro della famiglia. Hellinger ci insegna, con una sorta di rappresentazione teatrale, a liberarci da questa dinamica che in alcuni casi può anche condurci alla malattia e addirittura alla morte.

un coro che conta

Il coro diretto da Lella Costa

Lella CostaUna Lella Costa particolarmente in forma ci racconta come ha scoperto di essere una consumatrice ecologicamente corretta.

Il cuore dei giocattoli

logo sicurezzaAnche i giocattoli hanno un cuore. Basta saperlo cercare e lasciar perdere le mode o le star della pubblicità. Sono i giocattoli di legno, di seconda mano così come quelli equi e solidali che alimentano la catena della solidarietà e dei diritti di chi li produce.

La vernice che intossica

Imbiancare casa nasconde insidie spesso poco conosciute: le vernici contengono infatti sostanze chimiche dannose che poi ci ritroviamo giorno dopo giorno a respirare con conseguenze per la nostra salute.

imbiancareL’Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici parla chiaro: “Le vernici costituiscono una fonte importante di inquinamento dell’aria indoor, sia perché contengono sostanze chimiche che evaporano facilmente all’aria, sia perché rivestono anche grandi superfici.” Usare in casa vernici, ma anche pitture, colle e impregnanti, non è dunque un’attività da intraprendere a cuor leggero, magari scegliendo il prodotto più economico perché tanto l’importante è coprire macchie e scarabocchi. Leggere l’etichetta prima di acquistare la confezione di vernice, spiega sempre il sito dell’Agenzia, è di fondamentale importanza onde evitare di ritrovarsi le pareti dell’appartamento completamente inquinate. Ma a cosa dobbiamo fare attenzione? Vanno scelte vernici a bassa tossicità e bassa emissione di VOC (composti organici volatili) e soprattutto senza la terribile formaldeide che lo IARC (International Agency for Research on Cancer) ha giudicato altamente cancerogena. Possibilmente i prodotti che s’acquistano non dovrebbero contenere nemmeno metalli pesanti come piombo, mercurio, cromo esavalente, arsenico, titanio o cadmio.

Il problema delle vernici è che, una volta stese, rilasciano via via i composti chimici volatili utilizzati per fabbricarle, tra cui appunto la formaldeide, ma anche il benzene, pure lui cancerogeno. Si calcola che da ogni tonnellata di pitture e vernici evaporino circa 400 kg di solventi tossici per l’uomo e dannosi per l’ambiente. Prima di imbiancare casa meglio dunque scegliere con cautela la pittura da utilizzare.

Un aiuto ci viene dalla guida di Greenpeace secondo la quale è bene stare alla larga dai prodotti della ICI Paints (i cui marchi sono Dulux, Glidden, Coral, Valentine, Cuprinol, hammerite, Polycell, Sinclair, Devoe, Alba, Color) e da quelli della Sigma Kalon (il cui marchio più noto è il Sigma Coatings) sebbene quest’ultima abbia dichiarato di voler al più presto sostituire ftalati e nonilfenoli con alternative non dannose per la salute. Hanno invece ricevuto un bollino verde dall’associazione ambientalista la Akzo che produce vernici Crown minimal VOC e Crown-Expressions Colourant, la Biodur Paints e la Keim-Ecopaint: tutte e tre le industrie hanno infatti garantito a Greenpeace che i loro prodotti sono privi di sostanze pericolose.
Un’altra alternativa è darsi a vernici e pitture ecologiche molto reclamizzate nei siti di bio-edilizia, anche se il settimanale “Il Salvagente” (ottobre 2006) suggerisce di usare una certa cautela perché non tutte le produzioni che si dichiarano ecologiche mettono in etichetta i componenti al completo. Onde evitare sorprese meglio quindi scegliere tra queste marche ecologiche “doc”: Sprig Color, Livos, Durga, Algalite, Holzer, Solas, La calce del Brenta.

Alessandra Mariotti
28/12/2006

versione stampabile

Crediti
                Scarica i banner di buonpernoi.it    
Con il contributo della
Commissione europea
Direzione Generale Salute
e Tutela dei Consumatori
Progetto e redazione

Basato su piattaforma